Italian Chinese (Simplified) English Russian

Recensione GARMIN VIRB Elite

Domenica, 18 Settembre 2016

Recensione GARMIN VIRB Elite

Abbiamo avuto modo già di provarla e recensirla con un video sul nostro canale YouTube, oggi vogliamo consigliarla a tutti coloro che nell’ormai affollatissimo mondo delle action cam hanno un budget limitato sotto i €200 e non voglio rinunciare ad acquistare un prodotto nuovo con garanzia, facile da usare, molto resistente, dalla buona qualità video e fotografica e soprattutto con una batteria di lunga durata.


Modello: VIRB Elite
Produttore: Garmin
Paese: USA
Prezzo: listino  € 259.00, online € 170-200.00

Panoramica

L’unità con batteria e microSD pesa 177 g, se poi aggiungiamo la staffa di fissaggio arriviamo a 232 g.
Misura 32 mm in altezza x 53 mm in larghezza x 111 mm in profondità.
Non è sicuramente la più compatta e leggera tra le action cam sul mercato, ma le dimensioni sono il frutto della ricca dote di funzioni di cui l’unità dispone.
L’ergonomia è buona grazie anche all’ottima presa assicurata da una scocca in policarbonato gommato che ritroviamo anche sui dispositivi GPS di casa.
La colorazione bianco-nera rende il dispositivo bello a vedersi ma risulta essere un pò delicata per una action cam, infatti il bianco tende a scurire facilmente in un uso intenso, quindi è consigliabile la versione di colore verde militare per evitare il problema.
La action cam dispone di un piccolo display a colori da 1,4" di diagonale, comodissimo per visualizzare tutte le voci di menu e settare le funzioni dell’unità, sistema molto più semplice e intuitivo della più famosa GoPro.
Attraverso il piccolo display è possibile rivedere subito video e foto che abbiamo registrato, anche se limitati dalla grandezza del display e dalla sua poca luminosità che non può essere regolata. Nella parte inferiore della scocca trova posto la capiente batteria da 2000 mAh. Dai nostri test, in condizioni di ripresa continua a 1080p con una temperatura tra 25° e 30°, su 20 cicli di carica/scarica, la batteria ha avuto una durata media di 2 ore e 24 minuti.
Inserita sotto la batteria si trova l’alloggiamento per la microSD, consigliabile sempre di classe 10, con una velocità di scrittura di almeno di 40-45 Megabyte/s o superiore.

La scocca in policarbonato gommato che riveste la virb non è a tenuta stagna ma ha un indice di impermeabilità IPX7, vale a dire che può stare per per 30 minuti sotto un metro d’acqua senza problemi.
Se poi la si vuole utilizzare per fare immersioni in tranquillità, è acquistabile separatamente una custodia stagna che porta la VIRB fino a 50 m di profondità in sicurezza.

Molto pratico per chi fa snowbord, mtb, kayak dove serve velocità di esecuzione, risulta il pulsante a scorrimento sulla sinistra che avvia la registrazione o ferma la registrazione. In qualsiasi istante saprete che, spostando il pulsante in avanti la cam sta registrando, mentre spostandolo in dietro la cam si spegne. Sulla destra invece ci sono i pulsanti di funzione per muoverci tra i vari menù.  
Nel lato inferiore abbiamo invece, protetti da uno sportellino in gomma, le entrate micro HDMI e Mini USB.
Nella parte superiore invece abbiamo il led di stato che diventa verde fisso quando il dispositivo è acceso o quando è  terminata la fase di ricarica della batterie, mentre diventa rosso lampeggiante quando il dispositivo sta registrando o rosso fisso quando è in fase di carica batteria.
Nella parte inferiore sotto la lente si trova il microfono.
 Nel complesso il dispositivo ha una struttura molto solida, la temperatura di esercizio va da -15 a +60°.
Vediamo ora le caratteristiche tecniche di foto e video.
Per quanto riguarda le foto la Virb ha un ottica grandangolare luminosa con un diaframma molto aperto F 2. Anche se non fanno miracoli, l’unità dispone di un paio di funzioni di ottimizzazione video come lo stabilizzatore digitale e la correzione di distorsione dell'obiettivo che ne migliora la prospettiva di ripresa in soggettiva, per una migliore qualità del video.

La registrazione dei video è assicurata da un processore di immagini CMOS da 16 megapixel che consente di registrare video fino a 1920 x 1080 a 30 fps. Per lo slomotion a 120 fps si deve ripiegare ad una risoluzione video di 848x480. La qualità video nell’insieme e in relazione al prezzo è buona ma inferiore ai prodotti top di gamma di altri competitor o delle più recenti action cam della Garmin dove lo standar ormai è il 4K.
Le foto hanno una risoluzione che può essere impostata trai 16 MP 12 e 8 MP. E’ possibile eseguire lo scatto anche quando si sta registrando. La fotocamere dispone di scatto sequenziale che a 16 MP arriva massimo a 6 scatti al secondo mentre a 8 MP si arriva anche a 10.  
L’Intervallo per le foto timlapse è invece regolabile da 0,5 fino ,60 secondi.
Il device annovera una serie di altre funzionalità che provengono dal now-how della casa madre, quindi  derivate dal mondo GPS di cui la Garmin e leader a livello mondiale.

Nel momento in cui noi iniziamo a registrare con la nostra Virb, la micro SD non memorizza unicamente il file del video in formato mp4 ma o l’audio ma in maniera congiunta registra tutta una serie di informazioni.
Ad esempio la traccia gps del percorso che abbiamo fatto, la velocità, altimetria, accelerazione e collegandolo poi ad una serie di sensori esterni abbiamo a disposizione anche la frequenza cardiaca o la cadenza della pedalata.
Tutti queste informazioni vengo sincronizzate e rese visibili nel video attraverso il software Virb edit che unisce e sincronizza le info dei file video e GPS.
Tra le tante funzionalità da vera wild camera la virb dispone anche di una bussola elettronica.

Anche per questo device è disponibile il telecomando o la comoda App per smartphone sia android che iphone, collegando wifi i le due unità vi consentirà di avere sul vostro cellulare tutti i comandi della action cam, soprattutto avrete la possibilità di vedere in realtime cosa la cam sta registrando.



Ancora più interessante è la possibilità di collegare wirless l’unità Virb ad una serie di dispositivi Garmin compatibili, circa 33 tra GPS, orologi e navigatori. Noi l’abbiamo provata con il GPS eTrex30 che funge perfettamente da telecomando avviando le funzioni base per registrare video o scattare foto.
L’Ultima considerazione di questa recensione sulla Garmi Virb Elite va alla serie di staffe per il montaggio su tutti i supporti possibili, dal manubrio delle MTB al casco da sci ecc.. L’elemento peculiare di queste staffe è che non sono fisse ma sono orientabili con spostamenti quasi micrometrici. Infatti grazie ad un ingegnosa unione tra staffa e base adesiva la action cam può essere ruotata a 360° sul piano orizzontale, si gira si sceglie l’angolo dove la cam deve effettuare la ripresa e poi si stringe. Grazie a questo pratico accorgimento potremo variare la prospettiva di ripresa senza dover montare ulteriori basi adesive per variare la prospettiva di ripresa.
In conclusione possiamo dire che non è la più compatta e leggera della sua categoria ma è un valido prodotto, sicuramente molto resistente e ricco di molte funzioni. Adatto a chi ha un budget limitato ma non vuole rinunciare alla qualità.  Per meno di €200 online vi regalerà qualità video e fotografica per i vostri ricordi più estremi.


Cosa ci è piaciuto:  
•    Pulsante registrazione a scorrimento,
•    Staffe micrometriche con regolazione a 360°
•    Qualità delle immagini fotografiche
•    Solidità costruttiva
•    Collegamento wirless video con l’App quasi in tempo reale
•    GPS integrato
•    Prezzo


Cosa non ci è piaciuto:
•    Dimensioni
•    Peso
•    Display poco luminoso
•    La scocca bianca si sporca rapidamente


Lascia un commento

Esegui il login per commentare. Login opzionale Facebook o Twitter.

Stazioni invernali

  • La stazione invernale di Campo di Giove

Itinerari Invernali

Water Sport Spot

Itinerari trekking

Italian Chinese (Simplified) English Russian